Share This Post

Editoria / Fsni / Giurisprudenza / Professione giornalistica / Uffici stampa

Cercasi giornalista al massimo ribasso. Assostampa Puglia contro il bando del Comune di Gravina

Cercasi giornalista al massimo ribasso. Assostampa Puglia contro il bando del Comune di Gravina
Spread the love

L’Associazione della Stampa di Puglia invita il sindaco di Gravina di Puglia, Alesio Valente, a revocare l’avviso pubblico di selezione per l’incarico di addetto stampa e direttore responsabile del periodico comunale pubblicato il 5 luglio scorso e chiuso in soli 10 giorni. Nell’atto si prevede che tale incarico venga svolto con modalità di collaborazione esterna ma, nel contempo, si prevede l’esclusiva professionale con compiti e mansioni – quali sono quelli svolti da un addetto stampa e, soprattutto, da un direttore responsabile – propri di un rapporto di lavoro dipendente. Colpisce, per questo motivo, che tra i requisiti (pena esclusione) venga previsto un accesso riservato a liberi professionisti in possesso di partita Iva e, soprattutto, che addirittura venga considerato titolo preferenziale l’offerta al ribasso sul compenso previsto (10.200 euro l’anno) da parte dei candidati. “Eravamo abituati ad aste al massimo ribasso nell’ambito della libera concorrenza tra imprese in gara per l’affidamento di un appalto, ma mai potevano immaginare di imbatterci – dice il presidente dell’Assostampa Puglia Bepi Martellotta – in un bando pubblico per l’affidamento di un incarico di lavoro giornalistico che tra i requisiti preferenziali preveda perfino un punteggio crescente a seconda di quanto ci si riduce il compenso. Vorrà dire che il vincitore, come purtroppo già verificatosi in un altro comune della Puglia, sarà colui che offrirà gratis la propria prestazione professionale? E’ davvero triste e disdicevole questa corsa allo sfruttamento del lavoro giornalistico che alcuni pezzi della pubblica amministrazione del nostro territorio hanno deciso di ingaggiare e che offende il decoro della professione e la dignità dei colleghi, costringendoli – perfino tramite bando pubblico – ad accettare compensi “al massimo ribasso” pur di lavorare.

FONTE: ASSOSTAMPA REGIONALI

PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI!

derubata-con-la-scusa-delle-monetine-13999

Share This Post

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password

Register