Giorno: 25 luglio 2016

Tv, Dario Nuzzo cerca di scoprire il Mistero della fede…

Da mercoledì 13 Luglio 2016, il palinsesto di Italia 1 si è di nuovo tinto dei colori del mistero. E’ tornato in prima serata Mistero Adventure, ancora con la squadra composta da Daniele Bossari, Elenoire Casalegno, Fabio Troiano e Laura Torrisi, nei panni di relic hunter in altre insolite missioni. Stessa formula del grande viaggio, intramezzato dalle consuete rubriche dedicate alle ambiguità delle pop star e a complotti internazionali ma anche una speciale rubrica, con un nuovo conduttore e una nuova oscura strada da seguire. Dario Nuzzo indaga Roma ed il Vaticano, luoghi di misteri occulti, tra fede e superstizione. Conosciamo da vicino la new entry del programma, a caccia – anche noi – di rivelazioni e curiosità… Quali sono le scoperte più scottanti che hai fatto?  Qualche scoop ...

Lecce: giornalisti condannati a risarcire due palestre. Ma nell’articolo non erano neanche citate

(fonte: assostampa regionali) Due associazioni sportive, neanche espressamente citate in un articolo su un giro di sostanze dopanti, ottengono dal Tribunale di Lecce un risarcimento del danno da parte di due giornalisti che hanno pubblicato la notizia. Senza, appunto, aver nemmeno scritto il loro nome. Ora Federazione nazionale della stampa italiana e Associazione della Stampa di Puglia si schierano con i due colleghi di “Paese Nuovo” – quotidiano che nel frattempo ha cessato le pubblicazioni – condannati da un giudice onorario del tribunale civile di Lecce al risarcimento dei danni e delle spese legali in favore di due associazioni sportive di Galatone per un articolo pubblicato il 26 novembre del 2008. «Tale sentenza – scrive, in una nota, il sindacato dei giornalisti – rischia di aprire...

Stipendi Rai, il Codacons presenta un esposto alla Corte dei conti

La questione degli stipendi di giornalisti e dirigenti Rai finisce alla Corte dei Conti. Il Codacons presenta infatti oggi stesso una denuncia alla magistratura contabile a seguito della pubblicazione degli abnormi compensi elargiti dalla rete di Stato ai propri dipendenti. “Numerosi direttori Rai guadagnano stipendi superiori ai 300mila euro annui, e molti altri hanno compensi compresi tra i 200 e i 300 mila euro – attacca il presidente del Codacons Donzelli– Già questo basterebbe per gridare allo scandalo, ma c’è dell’altro. Secondo quanto riportato in queste ore dai mass media, una folta schiera di giornalisti e manager della rete percepirebbe stipendi tra i 205 e i 240mila euro annui senza ricoprire alcun incarico: in buona sostanza vengono pagati per non lavorare”. “Di sicuro siamo di...

Lost Password

Register