Carta stampata

Sole 24 Ore, il Cdr a Confindustria: 70 milioni non bastano

«Abbiamo accolto con fortissima preoccupazione le conclusioni dell’ultimo consiglio di amministrazione del Sole 24 Ore. Un numero per tutti, la perdita di 92 milioni registrata nel 2016. Quanto stridente rispetto all’entusiastico storytelling aziendale con cui lo stesso 2016 era iniziato, culminato nelle celebrazioni per i 150 anni la scorsa primavera. Una perdita record che porta il volume complessivo del rosso, dal 2009, oltre quota 350 milioni». È quanto scrive il Comitato di redazione del quotidiano di Confindustria in una nota pubblicata sul giornale e sul sito web. «Una situazione drammatica – prosegue la nota – che ha condotto la società sull’orlo del fallimento e si sarebbe oltretutto manifestata già anni fa senza le iniezioni di liquidità della quotazione e della vendita del...

Il Mattino compie 125 anni, grande festa a Napoli. Gli auguri del segretario Raffaele Lorusso

Il Mattino compie 125 anni. Il quotidiano di Napoli, e di tutto il Sud, fu fondato il 16 marzo 1892 da Matilde Serao e Eduardo Scarfoglio. Per festeggiare l’anniversario è stata organizzata una grande festa nel capoluogo partenopeo, con tanto di taglio della torta, e sono stati promossi un premio letterario, che il 29 maggio sarà consegnato alla scrittrice e saggista italiana di origini armene Antonia Arslan, e un premio giornalistico, che andrà invece alla giornalista del “Corriere della Sera”, Fiorenza Sarzanini. Alla serata di festa, organizzata al teatro Mercadante, hanno partecipato anche il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo de Luca e l’assessore alla Cultura al Comune di Napoli, Nino Daniele. Oggi e domani, per ricordare la lunga storia del ...

Sole 24 Ore, Napoletano lascia: a Guido Gentili le funzioni ad interim. Nuovo direttore in tempi brevi

Accogliendo la richiesta di Roberto Napoletano, il Cda del Sole 24 Ore ha deliberato di collocare in aspettativa non retribuita il direttore del quotidiano, assegnando ad interim le relative funzioni a Guido Gentili. A renderlo noto è lo stesso gruppo editoriale di Confindustria con una nota diramata al termine della riunione del Cda di oggi pomeriggio. Il Consiglio di amministrazione ha, inoltre, dato mandato all’amministratore delegato «di porre in essere le più opportune iniziative e azioni in ogni competente sede, a tutela dell’immagine e degli interessi della società, anche in relazione agli sviluppi dell’indagine dell’Autorità giudiziaria in corso», prosegue la nota. «Siamo stati ricevuti poco fa dai vertici dell’azienda, dal presidente Giorgio Fossa e d...

L’informazione tra algoritmi, ‘bufale’ e post-verità: solo il giornalismo di qualità può salvare i media

Se oggi la velocità è il messaggio, come si possono svolgere tutte le operazioni di verifica necessarie a garantire la “bontà” di una notizia? I tre ingredienti che possono contribuire ad una pur parziale ricetta sono: pluralismo delle fonti, credibilità dei giornalisti e trasparenza dei media. Questi i tre concetti che quasi tutti i relatori intervenuti oggi in Fnsi hanno citato nelle rispettive analisi. L’occasione è stato il convegno “C’è un passato nel nostro futuro? Informazione fra libertà, regole, post-verità e menzogne”, organizzato nella sede del sindacato in collaborazione con Osservatorio TuttiMedia, Upa, Fieg, Agi e con la rivista Media Duemila. Il confronto è partito con i saluti di Paolo Butturini, della segreteria della Fnsi, che ha racchiuso il...

Al “Sole 24 Ore” sciopero a oltranza fino a quando Napoletano non si dimette

L’assemblea di redazione del “Sole 24 Ore” ha votato a favore di uno sciopero ad oltranza immediato e fino alla uscita di scena dell’attuale direttore, Roberto Napoletano. La decisione dei giornalisti del quotidiano economico di Confindustria fa seguito alla notizia odierna che Napoletano con l’ex presidente Benito Benedini, l’ex amministratore delegato Donatella Treu è indagato nell’inchiesta milanese sul gruppo “Sole 24 Ore”. Già nei mesi scorsi, l’assemblea di redazione del “Sole 24 Ore” aveva sfiduciato il direttore Napoletano. fonte odg.it PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI!

Querele temerarie, la Fnsi dal ministro Orlando: bene la disponibilità ad intervenire in tempi brevi

Una delegazione della Fnsi, composta dal segretario generale Raffaele Lorusso, dal presidente Giuseppe Giulietti, dal delegato per i progetti di educazione alla legalità, Michele Albanese e dal direttore, Giancarlo Tartaglia, ha incontrato oggi il ministro della Giustizia, Andrea Orlando. Al centro dell’incontro il tema del contrasto alle cosiddette “querele temerarie”, sempre più un’arma utilizzata con l’intento di imbavagliare i cronisti che con il loro lavoro illuminano le periferie del malaffare e della criminalità. La Fnsi esprime apprezzamento per la disponibilità dimostrata dal Guardasigilli ad affrontare il delicato tema, «anche individuando il percorso più rapido, per arrivare – spiega una nota – all’approvazione di una norma che ne scoraggi il fenomeno e rafforzi il d...

Volgarità contro Virginia Raggi, L’Ordine della Lombardia interviene

Il Consiglio di disciplina territoriale della Lombardia ha deliberato l’apertura di un procedimento disciplinare nei confronti dei giornalisti Vittorio Feltri e Pietro Senaldi, rispettivamente direttore editoriale e direttore responsabile di “Libero”. Al centro del procedimento, il titolo “Patata bollente” pubblicato sulla prima pagina del quotidiano del 10 febbraio 2017 accostato all’immagine della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Il CDT verificherà eventuali violazioni delle norme deontologiche che presiedono alla professione giornalistica e, in particolare, dell’articolo 2 della legge professionale e dell’articolo 9 del Codice deontologico sul trattamento dei dati personali che impone ai giornalisti di «rispettare il diritto alla persona a...

Testate ex D.Print, salta il primo stipendio: i lavoratori in stato di agitazione annunciano 5 giorni di sciopero

Stato di agitazione per i dipendenti delle pubblicazioni ex D.Print. L’assemblea di redazione dei giornalisti e poligrafici editoriali di Confessioni Donna, Confessioni Donna Oro, Donna al Top, Miracoli e Stop riunita il 15 febbraio 2017 ha preso atto che, a seguito dell’acquisizione delle testate da parte della cooperativa Italicae Books S.carl, l’azienda acquirente non è stata in grado di corrispondere il primo stipendio alla data stabilita. «Un segnale preoccupante – spiegano, in una nota, l’assemblea dei giornalisti e poligrafici editoriali e i rappresentanti sindacali – che si unisce alle peggiorate condizioni di lavoro e alla mancanza, a oggi, di un reale piano editoriale che vada oltre la proposta di generici tagli». Giornalisti e poligrafici editoriali hanno già espresso, in ...

Il nuovo rapporto di Lsdi sullo stato di salute del giornalismo in Italia dice che…

Quando un post vale un’annata, tremano i polsi mentre si scrive, e diventa davvero difficile rimanere “scienziati”, anche perchè si parla di noi, della nostra professione, del comparto editoriale e del mondo dell’informazione. Del resto il rapporto è solo un insieme di numeri, un lavoro certosino svolto ogni anno dal 2009 dal nostro fondatore e mentore Pino Rea in accordo con tutte le istituzioni del giornalismo italiano. Ma prima di lasciare a lui e ai numeri del rapporto il compito di raccontare un altro anno certamente non esaltante per il mondo del giornalismo nostrano, vorremmo provare a riassumere in qualche frase la ridda di avvenimenti che ha caratterizzato l’anno 2016 nel comparto dell’editoria d’informazione. Molte cose sono accadute dalla crisi del Sole 24 ore, al recentissimo p...

Giornalisti, il rapporto di Lsdi. Due su tre di fatto sono precari

Oltre la metà degli iscritti all’Ordine sono sconosciuti all’Inpgi: 54402 su 105.076 (dato aggiornato al 31 settembre 2015). Delle 50.674 posizioni censite dall’istituto di previdenza, circa un terzo fa capo a lavoratori dipendenti, 2 su 3 sono di lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata. Un rapporto in crescita costante, quello tra dipendenti e autonomi (tra i quali vanno annoverati partite Iva, Cococo e prestatori d’opera occasionale), che nel 2015 – anno di riferimento dell’analisi – ha toccato il tetto di 65,5 lavoratori non dipendenti su 100 attivi. Mentre resta sostanzialmente stabile la forbice tra la media dei redditi da lavoro autonomo e quella da lavoro dipendente. Con i redditi dei giornalisti subordinati in calo e i redditi dei titolari di partita Iva in liev...

Grecia, i due giornali più antichi del Paese a rischio chiusura per motivi economici

La scure della crisi economica torna ad abbattersi sul mondo dell’informazione greca. I due giornali più antichi del paese, “To Vima” e “Ta Nea”, sono infatti tra le pubblicazioni a rischio chiusura in seguito alle difficoltà finanziarie dell’editore, il Gruppo Editoriale Lamprakis, che sabato scorso ha annunciato l’imminente fine delle pubblicazioni. Chiusura contro cui si è schierato il sindacato greco dei giornalisti che, con il sostegno della Federazione europea (Efj) e della Federazione internazionale (Ifj), ha chiesto alla media company di prendere tempo per negoziare una soluzione a lungo termine. «A rischio – si legge sul sito web della Efj – ci sono i posti di lavoro di 500 operatori dei media, fra cui 250 giornalisti, che aspettano ancora gli stipendi degli ultimi 6 mesi e che ne...

Sandro Neri nuovo direttore del quotidiano Il Giorno

A partire da mercoledì, primo febbraio, “Il Giorno” avrà un nuovo direttore. Si tratta di Sandro Neri, dal 1999 al quotidiano milanese di cui è vicedirettore dall’ottobre 2015. Nel corso degli anni, Neri si è occupato di cronaca cittadina, di sport e della versione online della testata, salendo tutti i gradini della carriera. Prende il posto di Giuliano Molossi. Auguri di buon lavoro al neodirettore sono stati espressi dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che ha conosciuto il giornalista «grazie alla passione con cui ha seguito le vicende di Milano e i sei mesi di Expo», scrive in una nota, e dal presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni. «Neri conosce bene la Lombardia e il nostro territorio – ha commentato il governatore Maroni – di cui si occupa da anni con puntualità e scrupo...

  • 1
  • 2
  • 8

Lost Password

Register