Diritto

L’impegno del Presidente del Senato per l’approvazione della riforma dell’editoria

Il presidente e il segretario generale della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, insieme con il direttore della Fnsi, Giancarlo Tartaglia, sono stati ricevuti oggi dal presidente del Senato, Pietro Grasso. Nel corso della riunione, programmata nell’ambito delle iniziative promosse dal sindacato dei giornalisti per l’approvazione del ddl di riforma dell’editoria, la delegazione della Fnsi ha ribadito al presidente Grasso, che ha sempre manifestato una particolare sensibilità su questi temi, la necessità di arrivare quanto prima al via libera definitivo alle norme di riordino del settore, all’abrogazione del carcere per i cronisti e al contenimento delle querele temerarie. Tutti i provvedimenti sono attualmente all’esame del Senato. Lorusso e Giulietti hanno invitato il presidente d...

New York, famiglia di una giornalista uccisa porta il regime in tribunale

NEW YORK, 10 luglio 2016.  – La famiglia di una giornalista americana uccisa nel 2012 in Siria ha portato in tribunale a Washington il regime di Bashar al Assad. I familiari di Marie Colvin, corrispondente del Sunday Times, accusano il fratello di Assad, Maher, e i suoi collaboratori di aver preso deliberatamente di mira la donna come parte di una strategia per mettere a tacere reporter e attivisti che coprivano la guerra. L’azione legale è il primo tentativo di portare in giudizio il regime siriano per la sua condotta nella guerra. Si basa su norme che consentono a cittadini Usa di far causa a governi come la Siria che gli Stati Uniti considerano sponsor di terrorismo. (ANSA). PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E...

Klaus Davi minacciato dalla famiglia dell’ex boss, la solidarietà dell’Ordine

«Pur trattandosi di un episodio che coinvolge un collega iscritto nell’Albo professionale di altra regione, l’Ordine dei giornalisti della Calabria ritiene doveroso intervenire su quanto accaduto a Vibo Valentia a Klaus Davi, conduttore di una trasmissione televisiva dedicata a vicende e fenomeni di ‘ndrangheta». A esprimere solidarietà è l’Ordine regionale dei giornalisti della Calabria, che con una nota interviene sull’ennesima intimidazione subita dal giornalista. «Klaus Davi – prosegue il comunicato stampa è andato a intervistare la mamma di Andrea Mantella, ex boss, oggi collaboratore di giustizia. Dopo le prime risposte, in verità interlocutorie e comunque irrilevanti dal punto di vista giornalistico, la signora, dinanzi al tentativo di Klaus Davi ...

Relazione Agcom, Cardani propone una carta dei servizi pubblici tv europei

Par condicio, il mercato delle comunicazioni online, diffusione della banda ultralarga, la raccolta pubblicitaria, la crisi – ormai strutturale – dei media, l’idea di un servizio pubblico radiotelevisivo europeo. Questi, ed altri ancora, i temi affrontati dal presidente dell’Agcom, Angelo Marcello Cardani, nella presentazione alle istituzioni della Relazione annuale 2016 sull’attività svolta e sui programmi di lavoro dell’Authority, mandata in onda in diretta streaming dalla webtv della Camera (qui la registrazione). «Un servizio pubblico radiotelevisivo europeo che produca e lavori sulla base di valori condivisi, pur nell’ovvio rispetto delle libertà editoriali e delle specificità nazionali», che dia consistenza alla «idea di Europa che vogliamo, senza muri ideologici e fisici, multicultu...

Pensioni, la Corte costituzionale ha deciso: il prelievo di solidarietà è legittimo

Il prelievo di solidarietà sulle cosiddette “pensioni d’oro” è legittimo. Parola della Corte costituzionale che, ritenendo il contributo giustificato in via del tutto eccezionale dalla crisi contingente e grave del sistema, ha respinto le questioni di costituzionalità mosse dai ricorrenti. Il contributo, introdotto con la Finanziaria 2014 dall’allora governo guidato da Enrico Letta per le pensioni di importo più elevato, resterà quindi in vigore fino a fine 2016. La Corte costituzionale, nel valutare le norme sul contributo di solidarietà, ne ha escluso la natura tributaria (elemento che aveva fatto propendere per una decisione di senso opposto in merito ad analoghi provvedimenti varati nel 2011 e considerati incostituzionali da una sentenza del 2013), valutando l’intervento tutto interno ...

Riforma dell’editoria, l’associazione lombarda dei giornalisti incontra i parlamentari

L’Associazione Lombarda dei Giornalisti (ALG) ha contattato i parlamentari lombardi eletti per sensibilizzare il mondo della politica al passaggio legislativo che, dalla prossima settimana, vedrà approdare all’esame del Senato il disegno di legge di riforma dell’editoria. “È un passaggio importante per il mondo dell’informazione – scrive ai parlamentari il presidente del sindacato lombardo dei giornalisti, Paolo Perucchini -. Non solo perché le nuove disposizioni sono destinate a regolare un diritto fondamentale dei cittadini, costituzionalmente tutelato, ma anche perché da questo disegno di legge discenderanno una serie di iniziative legislativi funzionali al futuro del settore dell’editoria, dell’occupazione giornalistica, della gestione e regolamentazione della professione”. Nell’ambito...

Il sindaco di Padova vara le regole: i giornalisti possono entrare solo se hanno appuntamento con lui

I giornalisti? Possono entrare solo su appuntamento col sindaco. E’ questo uno dei punti cardine del nuovo regolamento voluto dal sindaco leghista di Padova Massimo Bitonci e firmato dal seegretario generale Lorenzo Traina. Un documento apparentemente finalizzato a disciplinare l’accesso dei giornalisti a Palazzo Moroni, che in realtà suona come una vera e propria provocazione nei confronti della stampa ostile. Nel regolamento si dice che i giornalisti devono consegnare un documento di identità in portineria e che il loro accesso è coordinato dall’ufficio stampa e solo su un calendario programmato di conferenze stampa. Ma anche che si può accedere al municipio solo su appuntamento con il sindaco e un assessore. “Non viene consentito l’accesso né la sosta all’i...

La Cassazione: il diritto di cronaca scade dopo due anni e mezzo

Il diritto di cronaca scade. Come riportato in questo interessante intervento di Guido Scorza, è questa la sintesi della Sentenza n. 13161 con la quale lo scorso 24 giugno la Corte di Cassazione ha confermato la legittimità di una decisione resa nel 2013 dal Tribunale di Chieti, Sezione distaccata di Ortona. Citiamo alcuni passaggi dell’articolo di Sforza: La vicenda all’origine della recentissima pronuncia dei Giudici della Suprema Corte trae origine dall’iniziativa dei proprietari di un ristorante che avevano mal digerito la circostanza che nell’archivio online di Primadanoi.it – un quotidiano online locale abruzzese – fosse rimasta accessibile la notizia del loro coinvolgimento in una vicenda giudiziaria. Nessuna contestazione circa la veridicità dei fatti raccontati nell’articolo...

Milano, Cappato denuncia la Rai ad Agcom

“A Sala e Parisi dico: parlate sempre di periferie; restateci, e in televisione vado io. Troppo tardi il dibattito in RAI tra 15 giorni!”. Marco Cappato, candidato sindaco a Milano, ha denunciato all’Agcom la violazione della legge 28/2000 da parte della Rai. Scrive nella denuncia Cappato: “Lo scorso 29 marzo 2016 ho annunciato la mia candidatura. A poche settimane dall’annuncio, sondaggi (ndr. citati) indicavano solo nel 27% la percentuale di elettori milanesi informati della candidatura. Sino ad oggi, nessuno dei notiziari e dei programmi di informazione, televisivi e radiofonici, di tutte le emittenti RAI ha mai consentito agli italiani di conoscere della mia candidatura né tanto meno ascoltare le mie opinioni e proposte. Contemporaneamente, nelle stesse trasmissioni e...

  • 1
  • 6
  • 7

Lost Password

Register