Marketing

Torna il Social media marketing day di Milano. GiornalistiSocial ancora partner

Quinta Edizione Nazionale #SMMdayIT ‘Social Media Marketing Day’, evento dedicato ai social e rivolto ad aziende, professionisti e giornalisti di cui la nostra community (giornalistisocial.it) è partner per il terzo anno di fila. L’appuntamento è per il 14 giugno 2017 nella sede del Sole24Ore Milano. Da 5 anni l’evento organizzato da Andrea Albanese è uno dei più importanti d’Italia in materia di social. Circa 1000 le aziende presenti, 16 gli speaker per altrettanti interventi in sessione plenaria da 30′ fatti per spiegarti, condividere progetti, esperienze, competenze e cultura sui social e sul digital. Per iscriversi all #SMMdayIT Social Media Marketing Day Italia: https://smmdayit2017.eventbrite.it ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOT...

Radio, la pubblicità continua a crescere nonostante la crisi

L’Osservatorio Fcp-Assoradio (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di dicembre 2016. I dati evidenziano un aumento del fatturato pubblicitario della pubblicità nazionale radiofonica pari al +15,0% nel mese di dicembre 2016 rispetto al corrispettivo 2015. Tale dato corrisponde ad un fatturato totale di € 28.783.000,00. Il commento del presidente Fcp-Assoradio, Fausto Amorese: “La rilevazione dell’Osservatorio Fcp-Assoradio mostra a dicembre la percentuale di crescita maggiore registrata da gennaio ad oggi: fatturato a +15% rispetto al dicembre dello scorso anno. Il 2016 chiude con un incremento del + 2,3% verso il 2015 e del + 11,9% verso il 2014. Particolarmente positivo il secondo semestre dell’anno, con una crescita de...

Pubblicità, l’on line cresce. Ma resta dietro alla televisione

La pubblicità online cresce. Ma non cresce più a doppia cifra. La previsione di chiusura del 2016 – secondo i dati Audiweb – è infatti del 9%: un incremento un po’ sotto le attese. Il web in Italia vale comunque 2,3 miliardi di euro: circa un terzo del mercato, che complessivamente aumenta di quasi il 3 per cento. Il primo media per raccolta pubblicitaria rimane comunque la televisione, che assorbe ancora il 50% delle risorse. Negli altri grandi mercati europei l’online è ormai al primo posto, mentre nel 2016 in Italia la tv (grazie ad eventi come le Olimpiadi e egli Europei di calcio) avanza proprio a discapito del web. Ma il futuro è tracciato e questa situazione non durerà ancora a lungo… PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK...

La pubblicità va bene, tranne che sulla carta stampata

La pubblicità va abbastanza bene, tranne quella cartacea. E’ quanto emerge da un’indagine Nielsen che conferma il trend positivo del 2016 per la raccolta pubblicitaria: nei primi cinque mesi dell’anno, infatti, gli investimenti sono cresciuti del 2,7 per cento. Del 4,3 se si sommano anche gli introiti del digitale. Emergono però dati non omogenei in base ai diversi settori analizzati: + 5% per la tv, + 2% per la radio (+1,2% solo nel mese di maggio), + 8% per il web che, grazie a search e social, annulla il -1,9% inizialmente rilevato. Bene anche il cinema (+18,6%) e il transit (+9,3%). In calo l’out of home tv (-10,1%) e soprattutto la carta stampata che da gennaio a maggio fa registrare una perdita complessiva del 4,7% % per i quotidiani (-10,6% nel mese di maggio) e de...

Editoria, ricavi ancora in calo mentre i colossi del web crescono

Continua il calo di fatturato dei media tradizionali in Italia. Se Facebook e Google crescono, infatti, tv, giornali e siti editoriali sono calati nel 2015 dell’1,2 per cento, passando da 14,378 miliardi del 2014 a 14,207 miliardi. In questo quadro Tv e radio occupano la fetta molto maggiore della metà (8,501 miliardi, +0,8 per cento, di cui 4,5 miliardi per la tv in chiaro). In particolare oltre il 90 per cento dei ricavi viene diviso tra Sky (32,5 per cento del totale), Mediaset (28,4 per cento) e Rai (27,8 per cento). Mentre i cartacei continuano a perdere posizioni (3,998 miliardi, -7.5%), anche se i quotidiani se la passano un po’ meglio – meno peggio – della media (2 miliardi, meno 4,7 per cento) e cresce Internet (1,708 miliardi, +5,2%), anche se tutto l̵...

E-mail, è Roma la città che fa più spam d’Italia

L’indagine della società Kloudymail: quasi na mail su due non arriva a destinazione, ma con alcune accortezze i messaggi indesiderati si dimezzano. A guidare la classifica delle province virtuose Bologna, seguita da Brescia e Torino I bolognesi? Sono i più attenti d’Italia quando inviano una mail. Mentre l’ultimo posto della “classifica” va ai romani, che meno di altri connazionali sembrano applicare le buone prassi per fare in modo che un messaggio digitale arrivi a destinazione. A indicarlo è un’indagine realizzata da KloudyMail, società bresciana leader nel settore nell’e-mail marketing, che – selezionando alcuni top user su base volontaria – ha preso in esame oltre 100mila mail inviate tramite la propria piattaforma e alcuni strumenti concorrenti tra l’1 febbraio e il 12 ma...

A cosa serve un ufficio stampa? Un caso di scuola

A cosa serve un ufficio stampa? A parlare con i media nella loro lingua, evitando di spedire mail come quella che è arrivata oggi nella nostra redazione. In sostanza, a qualche giorno dalla fine di un evento che ha avuto una discreta eco mediatica, i referenti di un’attività commerciale che ha sponsorizzato l’iniziativa hanno ben pensato di scriverci per chiederci garbatamente di correggere un articolo già pubblicato (in cui il loro brand non compariva) al solo fine di fare loro pubblicità. Ovviamente a gratis. Immaginiamo che a spedire la mail non sia stato un giornalista. E al mittente della mail rispondiamo: un ufficio stampa (retribuito possibilmente) sarebbe stato utile per farvi pubblicare, cosa che purtroppo – nonostante la vostra educatissima richiesta – non...

Pubblicità on line, aprile tragico. Il web è ufficialmente morto

La pubblicità on line è una tragedia. A dirlo sono i nuovi dati diffusi dall’Osservatorio Fcp-Assointernet (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) per il mese di aprile 2016, raffrontati allo stesso periodo del 2015. Dall’analisi dei fatturati, in particolare, emerge che il totale del settore è stato ancora negativo per il 4,8 per cento. Il dato ovviamente riguarda i media “tradizionali” e non tiene conto di Facebook e Google, che invece crescono in maniera significativa. In calo, ed è una novità, sono per la prima volta dal 2016 anche Tablet (meno 29,4 per cento) e SmartTv/Console (meno 76,8). Mentre il mobile continua a crescere in tripla cifra (più 160,4 per cento). Ma il dato più inquietante è quello del web tradizionale che cala ancora del 9,9 per cento. A marzo ...

Pubblicità, la crisi continua: i quotidiani calano ancora ad aprile

Continua a calare la pubblicità della stampa ad aprile. E’ quanto emerge dai dati diffusi dai dati dell’Osservatorio Stampa Fcp relativi al mese di aprile 2016 raffrontati allo stesso periodo del 2015. La flessione è stata del 2,5 per cento. In particolare scendono i quotidiani, il cui fatturato è calato del -3,3% (ma è cresciuto il valore a spazio del +3,9%), mentre i settimanali calano dell’1 per cento (più 9,6 a spazio) e le altre periodicità del 22,2 per cento (meno 19,9% a spazio). Sono cresciuti soltanto i mensili: più 0,9 per cento (più 2,1 a spazio). Per quanto riguarda le tipologie a calare è soprattutto la rubricata (meno 12,1 per cento), seguita dalla pubblicità di servizio (meno 6,1 per cento). Calano di poche la commerciale nazionale (meno 1,1 per cento) e la...

Tech, le mail che partono dall’Italia conquistano anche la Cina

E’ stata un’azienda italiana, Kloudymail, – secondo le cronache dei principali siti d’informazione di settore cinesi – la Cenerentola dell’edizione 2016 di Ces Asia, l’evento tecnologico più importante d’Oriente che si è tenuto dall’11 al 13 maggio a Shanghai, in Cina. Durante la tre giorni, infatti, diverse agenzie cinesi, coreane e giapponesi di primaria importanza hanno puntato i riflettori sulla startup con sede in Lombardia (iscritta a Confindustria), che punta a fare concorrenza sui mercati internazionali ai colossi dell’email marketing, come Mailchimp. Nella sola Italia, secondo alcune stime, vengono spedite oltre 900 milioni di mail al giorno. La maggioranza non viene aperta e non arriva nemmeno a destinazione, bloccata dai filtri anti-spam. In questo contesto, un merca...

Lost Password

Register