Notizie consigliate

(NOTIZIE DA BUTTARE) La follia del Nord-Corea: vietato sposarsi e morire

Data: 03.05.2016 Fonte: il Giornale PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI!

Giornalisti gratis? Da Mediaworld si pagano 4 euro per scaricare una app

Questa foto la dedichiamo a tutti quelli che pensano di poter chiedere ai giornalisti (nei giornali o negli uffici stampa) di “lavorare gratis” o in cambio di non si sa quali benefit. Da MediaWorld scaricare una app sul telefono costa 4 euro. Più di quanto viene pagata una notizia breve da molti grandi gruppi editoriali italiani. PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI! PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI!

Facciamo un po’ come ci pare: si chiama Giornalismo 2.0

Pubblichiamo di seguito un’interessante riflessione di Alessandro Robecchi dal titolo “Facciamo un po’ come ci pare: si chiama Giornalismo 2.0″ pubblicata su Il Fatto Quotidiano. Nell’articolo si affronta la questione della bufala pubblicata dall’Unità, che ha ipotizzato la presenza della grillina Raggi in un video con Berlusconi rfiutando la smentita nel nome del “giornalismo 2.0”. Di seguito il testo integrale: Una foto notturna e sfocata, pubblicata con grande evidenza. Un titolo a nove colonne: «E’ Matteo Renzi quello che entra alle tre di notte nella sede di Scientology?». Immaginate di leggerlo, che so, sul Corriere della Sera, o su Repubblica, o di vederlo nell’apertura di un telegiornale. Immaginate (dai, questo è facile) che il giorno dopo Renzi dica:...

Con Facebook i giornali e le tv non servono più a niente, forse

(a.t.) Il 5 aprile Matteo Renzi ha utilizzato sul suo account ufficiale di Facebook lo strumento della diretta streaming (#Matteorisponde), che Palo Alto ha recentemente aperto a tutti gli utenti. Le visualizzazioni sono state 575mila. Il premier conta su Facebook circa 871mila fan contro  2,1 milioni del Corriere. Su Twitter il confronto è addirittura a suo favore: 2,33 milioni di follower contro gli 1,55 di via Solferino. Da tempo, con l’avvento dei social, una delle questioni con cui deve far di conto chi si occupa di informazione è quella della disintermediazione. I lettori non hanno più bisogno dei media (quelli che stanno in mezzo, appunto) per accedere alle informazioni, perché possono risalire direttamente alle fonti. Allo stesso modo ciascuno può diventare un editore più pot...

La grande sfida per comprare Yahoo. Scende in campo il «Daily Mail»

Segnaliamo l’articolo di Giuliana Ferraino pubblicato sul Corriere.it oggi. DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE E’ un mondo alla rovescia: l’editore del sta valutando di comprare Yahoo, il pioniere dei motori da tempo in difficoltà, insieme a un gruppo di fondi di private equity. Il vecchio (inglese) che si compra il nuovo (californiano). Il negoziato è «appena all’ inizio», ha precisato l’ azienda britannica, che punta a conquistare soprattutto la parte news e media della società di Sunnyvale, per rafforzare la sua quota sul mercato digitale negli Stati Uniti. E «non v’ è certezza che la transazione andrà a buon fine». Anche perché tra la quarantina di pretendenti interessati alla società Internet californiana figurano il gruppo americano delle tlc Verizon, c...

L’informazione di fronte al ricatto (vitale) dei social

  di Andrea Tortelli (www.giornalistisocial.it) – In pochi se ne sono accorti. Ma con il 12esimo rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione, diffuso a marzo dello scorso anno, il fenomeno – da fluido – è diventato marmo: i social media oggi sono la prima fonte di informazione per i giovani. In particolare il 71 per cento del campione sondato da Censis usa Facebook per restare aggiornato su notizie e tendenze, il 68,7 Google, il 68,5 i telegiornali, il 53,6 YouTube e soltanto il 48,8 per cento usa la radio. I giornali? Non pervenuti. Marginali. “Quisquilie, bazzecole, pinzillacchere, sciocchezzuole”, direbbe Totò. E’ chiaro che il dato va interpretato. Nella percentuale di Google è compresa una buona parte di link a testate giornalistiche e comunque nell’epo...

Appello all’Ordine, al Parlamento e a Facebook: basta con i siti che diffondono falsità

Da tempo i social media sono invasi da notizie false pubblicate da siti di dubbia natura, il cui unico scopo appare quello di inventare titoli più eclatanti possibile (spesso addirittura inventando gravi fatti di cronaca legati a immigrati, sesso, droga o personaggi pubblici) per acquisire clic sfruttando la credulità popolare. Queste “notizie”, in pochi minuti, fanno il giro d’Italia e della rete, saltellando da una bacheca all’altra di Facebook. E mettono in serio pericolo la verità dei fatti e la credibilità dei media. In una recente intervista, riferendosi a questo fenomeno, il proprietario di Facebook Mark Zuckerberg ha dichiarato: “A parte le violazioni delle regole però, non possiamo bloccare contenuti per il semplice fatto che sono falsi: questo violer...

GiornalistiSocial è partner del Festival del Giornalismo Alimentare di Torino

  GiornalistiSocial, la più grande community online di giornalisti sui social media, è partner del Festival del Giornalismo Alimentare. L’adesione all’evento, che si terrà a Torino dal 25 al 27 febbraio prossimo, è un obbligo, secondo Andrea Tortelli, giovane giornalista bresciano, fondatore del sito che vanta circa 30mila iscritti ‘unici’. “Il Festival è da sostenere perché luogo autorevole dove confluiranno giornalisti da tutta Italia e a noi interessa fare in modo di valorizzare le iniziative che parlano di giornalismo, per collaborare con le realtà del settore e offrire sempre nuovi servizi ai colleghi” – dice Tortelli – “Voglio ringraziare il direttore, Massimiliano Borgia e tutti voi dell’organizzazione perché ritengo che oggi, per i giornalisti (e per i lettori), servano inizia...

GiornalistiSocial e Ordine Lombardia organizzano un corso a Brescia sulle Onlus

Segnaliamo il corso organizzato a Brescia dalla nostra community (www.GiornalistiSocial.it) e dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Iscrivetevi su Sigef. Dove e quando: mercoledì 23 marzo 2016, Sala Beretta Aib (via Cefalonia 60). Dalle 9:30 alle 13:30. Seminario sul tema: Il mercato delle Onlus e la Carta dei doveri dell’informazione economica dei giornalisti: quando a guadagnarci è la società. Docenti: Gabriele Dossena (presidente Ordine Giornalisti), Elio Silva (caporedattore Sole 24 Ore, specializzato in norme e tributi), Paolo Celli (fondatore di Centrale Etica), Carlo Mazzini (fiscalista, esperto di no profit), Massimo Esposti (Sole 24 Ore). Organizzano: Ordine giornalisti Lombardia e GiornalistiSocial.it Posti massimi: 200. CREDITI FORMATIVI RICONOSCIUTI: 6 (4 + 2...

Ma le notizie di domani chi le paga?

Una riflessione sulla sostenibilità del sistema dell’informazione alla luce dei modelli oggi esistenti di Andrea Tortelli – Il sistema dell’informazione attuale non è sostenibile. Ormai lo dicono tutti: perfino quelli che “io non morirò mai lavorando in internet” e oggi sono disoccupati o lavorano in internet. Di questi tempi stare fermi è più pericoloso che provare a cambiare e sbagliare, ma la peste della pigrizia intellettuale continua a decimare la categoria dei giornalisti, come quella degli editori. Con questa premessa, passando alle soluzioni, ritengo che la domanda a cui deve rispondere ogni ragionamento serio sul futuro dell’informazione è: come si paga? O meglio: come si finanzia l’informazione del domani? Abbozzo alcuni ragionamenti, con tre precisa...

ShareMag intervista Andrea Tortelli su GiornalistiSocial

Livia Ranieri di ShareMag.it ha intervistato Andrea Tortelli sulla nostra community. Qui il link all’intervista originale. GiornalistiSocial: la più grande community italiana di giornalisti sul web GiornalistiSocial.it è la più grande community italiana di giornalisti sui social media e raccoglie oltre 20mila iscritti. A fondarla, nel 2009, Andrea Tortelli: giornalista professionista originario di Brescia che – con diverse esperienze in realtà nazionali – si occupa da sempre di social e informazione online (bio: www.andreatortelli.it). Oggi GiornalistiSocial è presente su tutti i principali social media, a partire da Facebook, dove è attiva con la pagina ufficiale e con il gruppo Giornalisti italiani su Facebook, il quale – con 16.700 iscritti e centinaia di commenti giornalieri – co...

Sindacato dei giornalisti, se l’assemblea dei freelance non vuole i freelance…

Venerdì 29, a Milano, si terrà l’assemblea regionale dei  freelance iscritti alla Fnsi, il sindacato unitario dei giornalisti. Nell’assemblea si eleggeranno due membri della Commissione regionale Lavoro autonomo, cinque membri dell’Assemblea nazionale Lavoro autonomo e quattro membri della Commissione regionale Lavoro autonomo. Un’occasione importante per tutelare i diritti dei colleghi senza contratto in un mercato del lavoro sempre più povero e selvaggio. Peccato che l’assemblea dei giornalisti freelance iscritti al sindacato sia stata convocata di venerdì, a Milano e alle ore 10 di mattina. Circostanze che rendeno di fatto impossibile la partecipazione alla stragrande maggioranza dei giornalisti lombardi che vivono in Provincia o semplicemente che, pur esse...

  • 1
  • 2

Lost Password

Register