Casagit

Da giovedì on line i risultati dell’indagine GiornalistiSocial/Encanto/Ixè

Da giovedì 8 giugno sarà disponibile on line su GiornalistiSocial.it l’indagine promossa dalla nostra comunità in collaborazione con Encanto e l’Istituto Ixè. La ricerca si basa su un campione di diverse centinaia di giornalisti (dopo un primo esame qualitativo su un campione ridotto) e punta a fotografare il rapporto tra gli operatori dei media e i social. I risultati della prima edizione di Audit Italian Press saranno presentati alle 12 al punto Enel di via Broletto 44/a a Milano. Saranno presenti Andrea Tortelli (giornalista, editore e community manager di GiornalistiSocial.it), Roberto Gazzini (titolare di Encanto Public Relations) e Margherita Sartorio Mengotti (amministratore delegato di Ixè), oltre a diversi colleghi di importanti uffici stampa e primarie testate naziona...

Querele temerarie, giornalisti in piazza oggi a Roma

Giornalisti in piazza Montecitorio, a Roma, questa mattina per partecipare al presidio organizzato dalla Fnsi per chiedere al Governo e al Parlamento provvedimenti concreti per contrastare il fenomeno delle querele temerarie, delle minacce ai cronisti e sui temi del lavoro e del precariato. Il sit in, oltre al sostegno di numerose associazioni di giornalisti, ha visto la partecipazione del Cnog, dell’Inpgi, della Casagit, dell’Unione Nazionale Cronisti Italiani e di Articolo 21. FONTE ODG PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ (BIBLIOTECA DI EBOOK SUL GIORNALISMO, CONVENZIONI, FORUM E ALTRO) REGISTRATEVI CLICCANDO QUI!

Il ministro Orlando: precariato dei giornalisti problema per la democrazia

Il ministro Andrea Orlando, ospite di Tiziana Panella a Tagadà, su La7, si sofferma sulla condizione dei giovani avvocati e dei giovani giornalisti costretti a fare i conti con la crisi, di sistema e dei rispettivi settori. «Ci rendiamo conto che se gli avvocati diventano poveri chi tutela i diritti rischia di non riuscire più a farlo? Facciamo qualcosa. Io ho proposto una legge per l’equo compenso, per evitare che le grandi assicurazioni o le grandi banche strozzino dei ragazzi che si sono messi sul mercato e cercano di fare la professione. Ma non per tutelare solo loro, per tutelare anche quelli che loro devono tutelare». E rivolgendosi alla giornalista che lo intervista, il ministro si cimenta in un altro esempio: «Nel suo lavoro, nella sua professione – osserva – si può andare av...

Casagit: i conti vanno un po’ meglio che in passato…

15 dicembre 2016 – Sostenibilità e solidarietà. È all’insegna di questo binomio che si sono svolti i lavori della 74° edizione dell’Assemblea Nazionale dei Delegati Casagit, riunita a Roma il 14 dicembre. Il Presidente Daniele Cerrato ha dato il via all’incontro, ripercorrendo l’andamento degli ultimi anni della Cassa e tracciando la strada per il disegno delle strategie future. Dopo due anni (2014 e 2015) chiusi con un leggero risultato negativo, i dati aggiornati del bilancio preventivo 2016 mostrano una ripresa, con un confortante +1,9 milioni di euro. Segno che le misure adottate si sono rilevate efficaci e che i conti rimangono sotto controllo. Come sottolineato anche dal Direttore Generale Francesco Matteoli, infatti, gli interventi mirati sul governo della spesa decisi alla fi...

Malattia: sì ai controlli investigativi sul lavoratore se l’azienda sospetta un comportamento illecito

I datori di lavoro possono contestare i certificati medici non solo avvalendosi dei dati sanitari, quindi di una eventuale visita di controllo, ma anche sulla base di comprovati dati di fatto, quindi con elementi oggettivi che dimostrino che la patologia denunciata dal lavoratore è inesistente. E’ quanto emerge da una sentenza della Corte di Cassazione, la numero 17113 depositata il 16 agosto 2016. Come rileva Valeria Zeppilli, avvocatessa, sul sito www.StudioCataldi.it  “Nel caso di specie, la controversia era sorta a seguito di licenziamento comminato a un dipendente da un’azienda in ragione di una “simulazione fraudolenta dello stato di malattia”, testimoniata dal compimento, da parte del lavoratore stesso, di numerose azioni e movimenti incompatibili con la dichiarata lombalgia. Per la...

Casagit chiude il 2015 con 1,5 milioni di perdite

(dal sito Casagit) Il Consiglio di amministrazione della Casagit ha approvato all’unanimità il Bilancio consuntivo 2015 e il Preventivo 2016. Il conto economico dell’anno passato ha confermato le previsioni gestionali di un risultato negativo poco superiore a 1,5 milioni di euro, cifra interamente assorbita dal Fondo di Garanzia di 34 milioni di euro. Il Bilancio sarà sottoposto alla ratifica dell’Assemblea Nazionale dei Delegati il prossimo 31 maggio. Il risultato registrato nel 2015 è frutto del perdurare della crisi dell’editoria e dell’arretramento della Sanità pubblica, che ha comportato una maggiore richiesta di prestazioni sostitutive del SSN. In particolare ha pesato, in termini negativi, la contrazione dei contributi versati: 80,9 milioni di euro, 900...

Lost Password

Register