Professione giornalistica

Digit Prato torna ad ottobre. Ma prima fa tappa all’Accademia della Crusca

L’edizione 2016 di Digit – il festival giornalistico promosso da Lsdi e da Marco Renzi – si svolgerà ancora una volta a Prato, negli spazi della Camera di Commercio, il 14 e 15 ottobre. Ma prima, il 6 maggio, si terrà un prequel all’Accademia della Crusca. L’incontro – organizzato presso la sede della prestigiosa istituzione accademica assieme all’Ordine dei giornalisti della Toscana – sarà aperto a tutti e gratuito. La giornata di lavoro si svolgerà fra le 9 e le 13 del 6 maggio, e, ai giornalisti che parteciperanno prenotando sulla piattaforma online Sigef, erogherà 4 crediti formativi. Assieme al Presidente dell’Accademia Claudio Marazzini e al Presidente dell’Odg della Toscana Carlo Bartoli, parteciperanno al laboratorio: Simona Panseri di Google, Frieda Briosch...

Libertà di stampa, l’Italia è fanalino di coda in Europa

La libertà di stampa è peggiorata quasi ovunque nel 2015. A dirlo è l’annuale indagine di Rsf (Reporter senza frontiere), appuntamento ormai fisso per il mondo dell’informazione dal 2002. Nella classifica, in particolare, l’Italia perde ancora posizioni, scendendo al 77esimo posto (meno quattro) e si attesta agli ultimissimi posti dell’Europa, seguta solo da Cipro, Grecia e Bulgaria, con forti difficoltà sono sopratutto per i giornalisti che si occupano di corruzione e criminalità organizzata. Per il resto l’Europa si conferma l’area in cui i media operano in condizioni più libere. Per la prima volta dale 2002, inoltre, l’Africa (con criticità nel Nord e in Medio Oriente, anche se la Tunisia guadagna 30 posizioni) presenta mediamente condizioni mig...

Fusioni, concentrazioni e nuovi accordi nell’editoria italiana, la Fnsi: «Occorre tutelare cittadini e redazioni»

Dopo il progetto di fusione tra Repubblica e La Stampa, nuove operazioni di mercato scuotono il mondo dell’editoria italiana. Mediaset e Vivendi hanno raggiunto l’accordo su Premium e il patron de La7, Urbano Cairo, ha annunciato le sue intenzioni di acquisire la maggioranza delle azioni di Rcs. «Il tutto in un quadro di leggi arcaiche e di sostanziale debolezza delle normative antitrust e persino sulla trasparenza degli assetti proprietari», commentano segretario e presidente della Fnsi. È una stagione di cambiamenti radicali per il mondo dell’editoria italiana. Prima il progetto di fusione tra Repubblica e La Stampa, poi i recenti accordi tra Vivendi e Mediaset, ora l’annuncio, nella serata di venerdì 7 aprile, di Urbano Cairo, proprietario del gruppo La7, di vole...

Il giornalista? Secondo gli americani è il peggior lavoro possibile

Il peggior lavoro possibile? Secondo gli americani è il giornalista, a dirlo è il sito Careercast.com nell’ambito dell’annuale ricerca che prende in considerazione – incrociandole – le implicazioni emozionali e psicologiche, i guadagni, le prospettive e gli elementi di stress. In questo quadro, il reporter è risultata la professione peggiore a causa del declino delle pubblicazioni cartacee e alle pessime prospettive di mercato e di lavoro per i colleghi. Anche sul fronte dei redditi il declino è netto: la media negli Usa è di 37.200 dollari, con un calo tendenziale del 9 per cento. Circostanze che consegnano ai giornalisti il triste primato, per il terzo anno di fila. A QUESTO LINK IL DETTAGLIO E LE MOTIVAZIONI PER ACCEDERE AI SERVIZI GRATUITI DELLA COMUNITA’ ...

Quasi 200 colleghi al corso organizzato da GiornalistiSocial a Brescia

  Grande successo di adesioni (quasi 200) per il corso organizzato a Brescia dalla nostra community (www.GiornalistiSocial.it) e dall’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Iscrivetevi su Sigef. Il corso si è tenuto mercoledì 23 marzo 2016, nella Sala Beretta di Aib (via Cefalonia 60), dalle 9 e 30 alle 13. Il seminario era intitolato: Il mercato delle Onlus e la Carta dei doveri dell’informazione economica dei giornalisti: quando a guadagnarci è la società. A discuterne: Gabriele Dossena (presidente Ordine Giornalisti), Elio Silva (caporedattore Sole 24 Ore, specializzato in norme e tributi), Paolo Celli (fondatore di Centrale Etica), Carlo Mazzini (fiscalista, esperto di no profit), Massimo Esposti (Sole 24 Ore). I crediti formativi riconosciuti erano 6 (di cui due di d...

Formazione dei giornalisti, il limite delle tre iscrizioni penalizza i festival (e i giornalisti corretti)

Della serie solo in Italia. Solo in questo Paese un giornalista che investe tempo e denaro per formarsi e rispettare le leggi è danneggiato dagli enti che dovrebbero aiutarlo, dall’Ordine in giù. La prova di questa affermazione non va ricercata esclusivamente nella scarsità di corsi gratuiti e realmente accessibili in alcune regioni d’Italia (oppure on line), ma anche nelle decisioni – quanto meno discutibili – prese dagli enti preposti. Una su tutte: dal 15 gennaio 2015 non è più possibile essere iscritti a più di 3 eventi contemporaneamente. Ragionevole il principio, che punta a liberare qualche posto in corsi intasati e fermare i furbastri che si iscrivevano a cento eventi per poi disertarne la maggior parte, togliendo opportunità ad altri. Giusto, appunto. Pecca...

Social Media Marketing Day, c’è anche la nostra community tra i partner

C’è anche GiornalitiSocial.it – la più grande community italiana di giornalisti sui social – tra i media partner del “Social Media Marketing Day”, che si terrà il 25 giugno – dalle 9 alle 20 – nell’auditorium del IlSole24Ore a Milano (via Monte Rosa 91, a 100 metri dalla fermata Metro di Lotto). Il ‘Social Media Marketing Day’ #SMMdayIT (espressione delle Community di oltre 35.000 professionisti nell’area Social Media e Digital) è l’evento leader in Italia sui temi social media e digital interamente dedicato ad un pubblico business. A poco meno di un mese dall’iniziativa, gli organizzatori, coordinati dalla strategia social di Andrea Albanese, hanno reso pubblici i nomi degli speaker e ufficializzato la partnership scientifica con Osservatori.Net, gli Osservatori Di...

Sindacato dei giornalisti, se l’assemblea dei freelance non vuole i freelance…

Venerdì 29, a Milano, si terrà l’assemblea regionale dei  freelance iscritti alla Fnsi, il sindacato unitario dei giornalisti. Nell’assemblea si eleggeranno due membri della Commissione regionale Lavoro autonomo, cinque membri dell’Assemblea nazionale Lavoro autonomo e quattro membri della Commissione regionale Lavoro autonomo. Un’occasione importante per tutelare i diritti dei colleghi senza contratto in un mercato del lavoro sempre più povero e selvaggio. Peccato che l’assemblea dei giornalisti freelance iscritti al sindacato sia stata convocata di venerdì, a Milano e alle ore 10 di mattina. Circostanze che rendeno di fatto impossibile la partecipazione alla stragrande maggioranza dei giornalisti lombardi che vivono in Provincia o semplicemente che, pur esse...

Lost Password

Register